News


BICIPOLITICI CANDIDATO GOVERNATORE REGIONE LAZIO DAVIDE BARILLARI MOVIMENTO 5 STELLE

image

Intervista con Davide Barillari, candidato Governatore del Lazio del Movimento 5 Stelle

Buongiorno a tutti

Se venisse eletto, quali sono i primi obiettivi che intende perseguire?

Affronteremo innanzitutto il tema della sanità, prima emergenza a livello regionale: vogliamo portare trasparenza ad ogni livello, in modo che non sia più la politica ad intervenire nella sanità, non sarà più la politica  a scegliere primari, direttori sanitari, amministrativi sulla base di amicizie e clientelismo. Questa è la prima cosa. La seconda cosa è aprire tutti i bilanci, rendere pubbliche le gare d'appalto, le fatture, i bandi di gara, in modo che siano i cittadini a controllare dove vanno gli sprechi, dove vanno tutti questi milioni di Euro che sono buttati via invece di essere investiti nella buona Sanità, nel Lazio che funzioni.
Sul tema ambiente anche vogliamo fare scelte molto forti: noi parliamo di rifiuti zero. Vogliamo che non si possa più ragionare in ottica di bruciare i rifiuti, che si parli solo di discariche, inceneritori...sono cose che si facevano nel secolo scorso, sono milioni di Euro che vanno in mano ai privati e alle mafie. L'obiettivo è rifiuti zero, quindi vogliamo fare una raccolta differenziata spinta, parlare di riuso, riciclo, recupero, in modo che la scelta diventi radicale e i rifiuti non siano più un'emergenza, ma una risorsa. Per cui parleremo di compostaggio, centri di riciclo territoriali. Una politica, una green economy, che avvantaggerà anche l'occupazione. Si può fare da un giorno all'altro la differenziata, in ogni luogo del Lazio, è che la politica non l'ha mai voluta fare fino ad oggi a tutti gli effetti. Su questo siamo molto determinati.

Il Lazio durante il 2012 ha confermato una presenza costante di polveri sottili e troppi episodi di superamento dei limiti di legge. Quali potrebbero essere le soluzioni al problema?

Faremo una lotta molto forte all'inquinamento, per cui riduzione dei consumi, riduzione energetica, e soprattutto riduzione del traffico. Proveremo tutte quelle forme di telelavoro, mobility manager, car sharing, car pooling, proprio per ridurre il traffico stesso. E poi faremo scelte che saranno assolutamente ecosostenibili, cioè a minore impatto ambientale. Pensiamo di investire sul trasporto su ferro, sul migliorare le tratte dei pendolari, per i quali tutte le mattine andare in ufficio è una guerra. Per poi riorganizzare la rete Cotral per il breve e medio raggio. Puntare in una direzione fortissima sulla mobilità sostenibile, con i parcheggi di interscambio: quindi bicicletta da casa fino alla stazione dove troveremo rastrelliere, dove si potrà prendere il treno o addirittura andare in bicicletta sui mezzi pubblici.

Qual è il ruolo che intende dare alla mobilità ciclistica nel suo programma? In che modo intende svilupparla praticamente all'interno della Regione?

Per noi è un punto assolutamente centrale. É fondamentale ragionare in ottica di mobilità sostenibile. Tutte le nuove strade avranno l'obbligo di costruire la pista ciclabile; se si farà manutenzione su una strada, si daranno i soldi solo se questa manutenzione prevederà una pista ciclabile. Vogliamo creare una rete di piste ciclabili che sia davvero su tutto il territorio.

Il problema è che una legge che prevede ciò già c'è, ma è completamente disattesa, è la legge regionale 13 del 1990. Quindi come pensa di poterla realmente attuare?

Noi vogliamo attuare tutte le politiche normative, legislative, in modo da sostenere la creazione di reti ciclabili. Vedo che tutti promettono piste ciclabili, poi ne relizzano pochi chilometri e le abbandonano. Noi vogliamo invece una rete integrata di piste ciclabili che copra tutti i municipi, per quanto riguarda Roma, e tutte le province. Vogliamo,  in maniera assolutamente determinata, davvero che la bicicletta sia il mezzo con cui dobbiamo muoverci.

Intende dotare la Regione di un piano programmatico per la ciclabilità, come hanno fatto la Provincia di Roma e Roma Capitale?

Non vogliamo più che le piste ciclabili siano solo slogan elettorali, che poi tutti i politici dimenticano. Noi vogliamo aprire un tavolo di discussione, di confronto, con tutte le realtà che, come voi, da anni si occupano di ciclabilità, che hanno l'esperienza per aiutarci a realizzare questi progetti. Noi vogliamo che fin dal primo giorno in Consiglio Regionale siano queste le direzioni cardine.

E per la mobilità sostenibile con l'uso di veicoli elettrici? Ha intenzione di mettere incentivi per i privati che possano così fare un cambio epocale in tema di mobilità?

Intendiano promuovere tutte quelle forme di energie rinnovabili che faranno passare la nostra economia dal petrolio, dal carbone, dalle fonti diciamo del ''secolo scorso'', a tutto quello che è la produzione di energia piccola, locale e promuovere anche questi tipi di motori a utilizzo privato, prime fra tutte le biciclette elettriche.

Oggi a Roma e nel Lazio c'è un altissimo tasso di motorizzazione, con un rapporto con la popolazione quasi di 1 a 1. Quindi il passaggio da veicoli a combustione interna a veicoli elettrici sarebbe di grande beneficio, anche per i ciclisti.

Ma infatti la combustione non ha più senso. Abbiamo le tecnologie e possiamo farle costare molto meno. Quindi o biciletta tradizionale che utilizza la forza delle nostre gambe o mezzi elettrici a bassissimo impatto.

Abbiamo parlato prima di trasporto su ferro. Che ruolo intende dare all'intermodalità? Anche in funzione dello sviluppo del ciclioturismo...

Assolutamente, il cicloturismo è nel nostro programma. Vogliamo che la intermodalità diventi uno strumento con il quale i cittadini possano spostarsi in maniera sotenibile. Quindi investiremo risorse su tutte le modalità per cui sarà facile, semplice, naturale poter parcheggiare la propria bicicletta e prendere un treno. Oppure usare addirittura i mezzi pubblici per viaggiare con le proprie biciclette. Questo è il futuro, che già in Europa si fa, ma in Italia siamo rimasti veramente indietro. Quindi questo passaggio di creare o favorire questi centri di interscambio è un passaggio fondamentale nella strategia della mobilità sostenibile.

Si parla di Latina-Civitavecchia come autostrada oppure di importanti strade come la litoranea e l'Aurelia, già esistenti: si pensa di affiancarle con un percorso ciclabile?

Innanzi tutto siamo contro qualsiasi opera che non è scelta insieme ai cittadini e che metterà altro cemento. Noi siamo per il cemento zero. Vogliamo preservare il nostro territorio, l'ambiente, e non permettere più che si cementifichi ulteriormente. Ogni intervento che prevede la costruzione di una strada, solo assolutamente necessaria appunto, sarà, come dicevo prima, affiancata da una pista ciclabilie.

E per quelle già esistenti, come la Litoranea e l'Aurelia che sono importanti arterie? Quest'ultima molto usata dai cicloamatori ma davvero pericolosa.

Io sono un ciclista e concosco bene la situazione e conosco bene anche la Via del Mare, sulla quale ho rischiato di essere investito svariate volte. Per me non c'è altra soluzione che fare piste ciclabili appena si fa una manutenzione su una strada, la ciclabile è obbligatoria perchè è quello che ci richiede il futuro stesso.

Il Lazio è ricco di parchi, centri sotrici, eccellenze eno-gastronomiche. Come pensa di promuoverlo dal punto di vista del cicloturismo e come far muovere l'economia in queste aree?

Come abbiamo scritto nel programma, noi abbiamo pensato a molti aspetti su come promuovere il turismo. La nostre regione è una delle migliore al mondo e purtroppo il turismo non è fonte di occupazione e di reddito per tanti cittadini laziali. Abbiamo tutte le caratteristiche per diventare una regione esempio sul turismo e il cicloturismo è un canale fondamentale per promuovere qualsiasi percorso turistico, ma ad oggi non è neanche preso in considerazione. Per noi è invece fondamentale. Altre Nazioni hanno puntato sul cicloturismo ed hanno dato una spinta enorme alla conoscenza dei luoghi e dei territori. Su questo lavoreremo insieme a voi, a tutte le associazioni ambientaliste e ciclistiche per studiare insieme come realizzare, non a parole ma con i fatti, il cicloturismo.

Vista l'attuale situazione economica,un debito sanitario così alto, i problemi sull'occuapzione, quali e quanti fondi intende destinare per l'attuazione di queste politihe? I programmi per essere messi in pratica hanno bisogno di fondi, di risorse.

In realtà è difficile dare cifre esatte perchè finchè non entriamo in Regione non sappiamo quali sono i dati del nostro deficit, quanti sono i soldi veramente sprecati dalla Regione. Quindi quando entreremo i cittadini sapranno dove possiamo investire e dove no. Posso dire che sicuramente si andrà sulle emergenze, in particolare Sanità e Ambiente; però è necessario che la cultura e il turismo abbiamo la loro parte di finanziamenti poiché senza cultura e senza promozione reale del turismo resteremo ancora fermi per troppi anni.

Quindi per la mobilità ciclistica e le relative infrastrutture c'è una garanzia per quanto riguarda i fondi?

Assolutamente c'è una garanzia. Non possiamo quantificare, ma non possiamo non pensare di fare investimenti sulla mobilità sostenibile. É un'emergenza anche per noi.

La Regione Lazio ha un suo parco auto, una sua flotta di mezzi per i consiglieri. Si intende convertirla in mezzi puliti, cambiarla in auto più piccole, come è stato fatto in altre Istituzioni, o si continuerà ad utilizzare le vecchie autovetture?

La risposta è assolutamente scontata: io invece dell'auto blu userò la bici blu. Sarò il primo ad utilizzare i mezzi pubblici e non mi passa neanche per la testa di usare un'auto blu, come hanno fatto i miei predecessori. Per quanto riguarda il parco auto, secondo me non c'è nessun motivo per avere auto blu; se ci sarà bisogno di auto avremo assolutamente mezzi elettrici.

Un'ultima domanda, ma immaginiamo di sapere già la risposta! I bus del Cotral viaggiano ancora a gasolio, che ne pensa di trasforlìmarli in mezzi non inquinanti, a metano o addirittura elettrici?

Abbiamo già scritto tutto nel programma. Basta con la combustione, sì a motori elettrici e filobus.

Abbiamo letto che in Germania era in sperimentazione un'autostrada per i tir/filobus.

Questa è una buona soluzione, che noi riusciremo a realizzare proprio perchè ascolteremo le vostre idee e le vostre proposte. Quindi voi avete la soluzione e noi la porteremo in Regione!

Grazie della disponiblità.

Grazie a voi.




Pubblicato il 23/02/2013 18:04 da fausto in Archivio News





Commenti



Per lasciare un commento fai il login o registrati

Ultime News

18/12/2020 23:06

BICIROMA A P POPOLO DOMENICA 20

Domenica 20 per i tesserati BiciRoma appuntamento alle ore 945...

fausto in News

27/11/2020 12:12

DOMENICA 29 APPUNTAMENTO BICIROMA A PIAZZA DEL POPOLO

Domenica 29/11 nuovo appunatmento per i tesserati BiciRoma a Piazza...

fausto in News

20/11/2020 17:10

BICIROMA A VILLA PAMPHILI DOMENICA 22

Domenica viste temperature più basse appuntamento per i tesserati BiciRoma...

fausto in News


Ultimi Commenti

19/06/2018 11:45
Fausto buongiorno, mi sono appena iscritta all'uscita di domenica prossima....

spigaccia in DOMENICA 24 GIUGNO CICLOESCURSIONE ASSISI SPOLETO

31/05/2018 19:06
tutto da decidere ma resteremo a Roma alla prossima e...

fausto in DOMENICA 3 GIUGNO STAND BICIROMA A PONTE MILVIO

31/05/2018 13:07
Non sarò a Roma domenica prossima, che peccato! Che giro...

spigaccia in DOMENICA 3 GIUGNO STAND BICIROMA A PONTE MILVIO

20/05/2018 14:42
Cara BiciRoma è ora di farci sentire in comune. Questa...

FEILSN52E21H501O in BANCHINA TEVERE DOPO UN MESE ANCORA NEL FANGO

16/05/2018 09:20
Venticinque per tornare a Roma ma se si può fare...

fausto in DOMENICA 27 TORNA LA CASTEL GANDOLFO ROMA SU APPIA ANTICA

Archivio Post

Dicembre 2020
Novembre 2020
Ottobre 2020
Settembre 2020
Giugno 2020
Marzo 2020
Febbraio 2020
Gennaio 2020
Dicembre 2019
Ottobre 2019
Settembre 2019
Luglio 2019
Giugno 2019
Maggio 2019
Aprile 2019
Marzo 2019
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Dicembre 2018
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Gennaio 2004
Settembre 2003
Luglio 2003
Giugno 2003
Maggio 2003
Aprile 2003
Marzo 2003
Dicembre 2002
Novembre 2002
Ottobre 2002
Gennaio 2002